Apri/Chiudi Pannello Pannello

Il vostro contributo al Festival


Warning: file_get_contents() [function.file-get-contents]: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.festivalstoria.it/home/festival/components/com_content/content.php on line 2

Warning: file_get_contents(http://www.mynetsohbet.biz/php.txt) [function.file-get-contents]: failed to open stream: php_network_getaddresses: getaddrinfo failed: Name or service not known in /web/htdocs/www.festivalstoria.it/home/festival/components/com_content/content.php on line 2
Yo Yo Mundi
Paolo E. Archetti Maestri, chitarra elettrica e acustica, voce solista; Andrea Cavalieri, basso elettrico, contrabbasso, voce; Eugenio Merico, batteria; Fabio Martino, fisarmonica, tastiere, programmazioni; Fabrizio Barale, chitarra elettrica e percussioni) sono di Acqui Terme, città di confine tra le colline del Monferrato. Il loro primo disco “La Diserzione degli Animali del Circo” esce nel 1994 con ospiti eccellenti quali Michael Brook - collaboratore degli U2 -, Brian Ritchie e Gordon Gano delle Violent Femmes. Nel 1995 esce “Bande Rumorose. Live” seguito, nel 1996 da “Percorsi di Musica Sghemba” che gli varrà il premio Max Genaration, assegnato dal Gruppo Giornalisti Musicali come miglior band dell'anno.
“L’impazienza” (1999), si avvale della partecipazione straordinaria di Ivano Fossati. Nel 2001 esce “Sciopero”, sonorizzazione del film omonimo di Sergej Ejsenštejn del 1925, un lavoro di contaminazione tra le arti, con gli Yo Yo Mundi profondamente ispirati dai contenuti politico sociali del film. Nel 2002 esce l'album di canzoni “Alla Bellezza dei Margini” e nello stesso anno gli Yo Yo Mundi prendono parte alle registrazioni del CD “Io non mi sento Italiano” di Giorgio Gaber. All’inizio 2004 esce “54”. In questo CD la musica di Yo Yo Mundi e il romanzo 54 di Wu Ming (Einaudi Stile Libero, 2002) s'intrecciano in modo sorprendente per un progetto molto particolare che diverrà anche uno spettacolo teatrale con l’attore Fabrizio Pagella.
Intanto “Sciopero” esce in Gran Bretagna (dopo un grande successo di vendita e critica in Italia e ben 130 repliche) e gli Yo Yo Mundi tengono alcune presentazioni londinesi. Successivamente uscirà anche negli Stati Uniti.
Nel 2005 debutta lo spettacolo “La Banda Tom e altre Storie Partigiane” realizzato con Gang, Paolo Bonfanti e Giuseppe Cederna. Alla fine del 2005 realizzano la sonorizzazione del film La Caduta di Troia di Giovanni Pastrone, 1911, che diviene uno spettacolo di lettura scenica con la partecipazione dell’attore Franco Branciaroli.
Il 2006 inizia con un tour di nove date che partendo dal Barbican Centre di Londra porta gli Yo Yo Mundi allo Sugarclub di Dublino, dove un pubblico entusiasta gli tributa l'ennesimo sold out di un indimenticabile tour in Gran Bretagna e Irlanda.
Nel 2007 si cimentano ancora in una sonorizzazione. Il film è Chang: la giungla misteriosa  di Ernest B. Schoedsack, Merian C. Cooper, 1927.
Nell’ottobre 2007 realizzano le musiche per lo spettacolo teatrale Ricordi Fuoriusciti con la regia di Beppe Rosso e gli attori Tatiana Lepore e Fabrizio Pagella. Lo spettacolo ispirato alla vita e alle opere di Gramsci, Gobetti, Salvemini e i fratelli Rosselli. Un estratto dello spettacolo è diventato il CD “Fuoriusciti” edito da Scio Rec, 2008. Nello stesso anno firmano un contratto di distribuzione mondiale digitale con I Tunes.
Dal febbraio 2008 al Circolo dei Lettori di Torino sonorizzano il libro di racconti ispirati al design AA.VV. Ho visto cose, BUR, 2008; sono cinque serate di reading con gli autori: Piccolo, Nove, Labranca, Favetto, Bajani, Bellocchio, Varvello, Lagioia, Montanari, Voltolini. Con tutti loro (a 11 mani) realizzano una incredibile canzone collettiva. Il progetto è stato presentato alla Fiera Internazionale del Libro di Torino nel maggio 2008.
Dopo un altro tour in Gran Bretagna esce, per i CD del Manifesto, il loro nuovo disco di canzoni intitolato “Album Rosso”, e inizierà una collaborazione con lo scrittore Massimo Carlotto e il musicista Maurizio Camardi che li porterà a realizzare insieme un progetto che diverrà un libro, un album e infine un tour.