Apri/Chiudi Pannello Pannello

Il vostro contributo al Festival

ifsa porno porno indir turk sex mature porno konulu porno
Programma 2009


TORINO - MERCOLEDÌ 21 ottobre


Accademia Albertina delle Belle Arti
- via dell’Accademia Albertina 6

ore 16.30       

Prolusione alla V Edizione di FestivalStoria, Angelo d’Orsi

ore 17.00

Conferimento del Premio FestivalStoria (IV Edizione)
Presentano Livio Berardo e Angelo d'Orsi
in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Provincia di Cuneo

ore 17.30       

Lezione del vincitore del Premio

ore 18.00       

Libri, potere e censura
Lectio Magistralis di Alberto Asor Rosa
Organizzato in collaborazione con Editori Laterza
Uno degli intellettuali italiani più rinomati internazionalmente discute del ruolo del libro oggi: serve ancora, nell’epoca di Internet? Come gestire l’impari confronto con la televisione? Ed è ancora il libro il mezzo principale di espressione e contestazione intellettuale? Quali spazi, infine, restano per dissentire? E a quale costo?


ore 21.00       


Fatti di libri. I libri che hanno fatto gli italiani. I libri che ti hanno fatto
Gioco con il pubblico
Gli invitati, esponenti del mondo della cultura, della scuola, del lavoro e delle istituzioni, racconteranno quale sia, a loro giudizio, il libro che ha maggiormente contribuito alla propria formazione e a quella degli italiani. È prevista la partecipazione del pubblico sotto forma di gioco. Leggendo, si impara, si gioca e si diventa cittadini.

Intervalli musicali al pianoforte eseguiti da Giorgia Delorenzi. Organizzazione a cura di De Sono Associazione per la musica

TORINO - GIOVEDÌ 22 ottobre


Facoltà di Scienze Politiche, Sala Lauree della Facoltà di Scienze Politiche
- via Verdi 25
ore 9.30-11.00       

I libri che hanno fatto (e disfatto) gli italiani
Lezione di Arnaldo Di Benedetto
Il monito di Massimo d’Azeglio riecheggia: fatta l’Italia, si devono fare gli italiani. Quali autori e quali libri hanno fatto gli italiani? Un viaggio nella storia letteraria nazionale, alla ricerca di opere, note e meno note, che hanno contribuito a definire l’ “identità” italiana.

ore 11.30-13.00       


Come (e quando) tacciono e come (e quando) parlano gli intellettuali?
conversazione tra Alberto Asor Rosa e Angelo d’Orsi
Organizzato in collaborazione con Editori Laterza
Esiste ancora una “missione” per l’intellettuale? Come è andata cambiando la sua funzione? È in grado di “dire la verità”? Questi e altri quesiti guideranno la conversazione tra Alberto Asor Rosa e Angelo d’Orsi, che affronteranno luci e ombre del ruolo degli intellettuali oggi.

Biblioteca Civica Italo Calvino - lungo Dora Agrigento 94

ore 16.00-17.30   

I libri: dove (e come) leggerli?
Tavola rotonda con Antonella Agnoli, Paolo Messina, Alessandro Perissinotto, Eugenio Pintore
In un momento di gravi difficoltà per la cultura e di venir meno dell’importanza sociale della lettura, il ruolo delle biblioteche nella formazione e nella socializzazione è da rivendicare con forza. Discutono di libri e dei loro “templi” (i luoghi di conservazione, di produzione e di consumo) uno scrittore e alcuni specialisti.

ore 18.00-19.45       


Processo al libro: Democrazie senza democrazia di Massimo L. Salvadori (Laterza, 2009), a cura del Gruppo di Lettura “Il pensiero politico contemporaneo” delle Biblioteche Civiche Torinesi
Presiede il Tribunale Salvatore Lupo. Partecipa l’Autore nelle vesti di “imputato”
Organizzato in collaborazione con Biblioteche Civiche Torinesi
FestivalStoria ripropone la formula di propria invenzione del processo: i gruppi di lettura delle Biblioteche Civiche di Torino svolgeranno i ruoli dell’accusa e della difesa. L’Autore del libro sarà “assolto” o “condannato”?

Palazzo dal Pozzo della Cisterna, Sala Consiglieri della Provincia di Torino
- via Maria Vittoria 12

ore 21.00   

Editori, libri e potere
Tavola rotonda con Walter Barberis (Università di Torino; Giulio Einaudi Editore), Daniela Di Sora (Voland Edizioni), Lorenzo Fazio (Casa editrice Chiarelettere), Ernesto Ferrero (Salone Internazionale del Libro di Torino), Gianluca Foglia (Feltrinelli Editore), Giuseppe Laterza (Editori Laterza), Vincenzo Ostuni (Casa editrice Ponte alle Grazie). Conduce Piero Dorfles (Rai)
Editori, giornalisti e organizzatori di cultura si incontrano per discutere del loro mestiere e del rapporto con il potere politico. Quali condizionamenti, quali ostacoli e quali spazi di negoziazione si aprono e si chiudono per la cultura oggi? Come è cambiato il lavoro editoriale? È più facile scrivere o vendere libri?

TORINO - VENERDÌ 23 ottobre


Il Circolo dei Lettori - via Bogino 9

ore 9.15-10.30   

Cuore, il libro che ha fatto gli italiani loro malgrado
Lezione di Gilles Pécout
Letture di Marlen Pizzo e Cristiano Burgio
Cuore, il celeberrimo romanzo di Edmondo De Amicis, da sempre suscita amore o avversione. Indicato come mattone fondamentale dell’ “italianità” nel bene e nel male, l’opera, a distanza di oltre 120 anni dalla sua pubblicazione, è ancora oggetto di attenzione e discussione. Ce ne parla, con occhio esterno e smaliziato, uno suo appassionato studioso d’Oltralpe.

ore 10.45-12.15   


Berlino, 1989. Libri contro mattoni 
Aldo Agosti, Volker Braun, Susanna Böhme-Kuby 
Organizzato in collaborazione con Goethe Institut di Torino
La caduta del Muro di Berlino (9 novembre 1989) viene celebrata quest’anno come simbolo della fine della divisione della Germania e della Guerra fredda, e come trionfo della “libertà”. Ma è tutto oro quel che riluce? Due studiosi e un poeta si interrogano sul ruolo della letteratura nel preparare gli eventi del 1989.

ore 15.30-16.30   


Il Principe di Machiavelli. Un manuale per governare o difendersi dai governanti?
Enzo Baldini conversa con Ugo Dotti
Letture di Marlen Pizzo e Cristiano Burgio
Due studiosi si confrontano sulla fortuna di un’opera che è stata esaltata e condannata, usata e “abusata”, posta all’Indice, interpretata ora come guida all’esercizio del potere, ora come contromanuale per i popoli.

ore 17.30-18.30       


Letteratura, storia e memoria

Riccardo Cristiano e Rosita Di Peri conversano con Elias Khuri
Organizzato in collaborazione con Il Circolo dei Lettori
Un letterato ci parlerà del suo Paese martoriato, il Libano, e del ruolo che la letteratura svolge come mezzo di conservazione della memoria e di elaborazione dei traumi collettivi della guerra e dell’occupazione straniera. Con lui, ci accompagneranno in questo “viaggio dell’anima” due profondi conoscitori della realtà libanese.

ore 18.45-19.45   


Il Circolo dei Lettori, Sala Biliardo
APERITIVO CON LA STORIA*
La Storia al muro
"Incontro/Scontro" tra Paolo Granzotto e Angelo d’Orsi in occasione dell’uscita del libro 1989. Del come la storia è cambiata, ma in peggio, di Angelo d’Orsi, Ponte alle Grazie, 2009
Doveva esser pace: è stata guerra, un proliferare di guerre atroci e pretestuose. Doveva sorgere la giustizia: si è accresciuto il potere politico ed economico di un’oligarchia globale, si è diffuso un individualismo feroce, sordo al dolore e alle legittime aspirazioni degli altri. Doveva espandersi il benessere: si è estesa la fame e, anche da noi, la povertà. Doveva rafforzarsi la democrazia: è stata svuotata e affossata dalle menzogne dei politici, dal restringimento dei diritti, dal silenzio complice di intellettuali asserviti. Queste le tesi provocatorie del libro di Angelo d'Orsi su cui verterà la discussione.
* Ingresso con consumazione € 5.00


Palazzo dal Pozzo della Cisterna, Sala Consiglieri della Provincia di Torino - via Maria Vittoria 12
ore 21.15   

Tattile, termico, olfattivo: il libro futurista
Ugo Nespolo, Emilia David, Angelo d’Orsi
Letture di Marlen Pizzo e Cristiano Burgio
L’audacia dell’arte futurista ha trovato una delle sue più interessanti espressioni nella creazione di libri-oggetto (il “libro latta”, il libro bullonato, il libro olfattivo, il libro termico…): una delle tante manifestazioni della dimensione “totalitaria” del futurismo. Ci accompagnano in questa esplorazione un artista, che per certi versi ha ripreso alcune istanze futuriste e due studiosi del movimento di Marinetti. La serata sarà arricchita da musiche e documenti sonori originali futuristi e da una piccola esposizione di libri.

SALUZZO - VENERDÌ 23, SABATO 24, DOMENICA 25 ottobre


La Castiglia – piazza Castello

In occasione della V Edizione di FestivalStoria Il potere del libro il Comune di Saluzzo, Assessorati alla Cultura e all’Istruzione, grazie alla collaborazione fra la Biblioteca Civica, il Museo Civico Casa Cavassa, i Servizi culturali, l’ufficio IAT, l’Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Provincia di Cuneo, i librai e le Associazioni culturali saluzzesi, organizza attività rivolte alle scuole e alla cittadinanza.

Apertura de La Castiglia dalle ore 9.00 alle ore 23.00 con orario continuato

Le mie prigioni, Pinocchio e Cuore: tre libri per “fare gli italiani”
Mostra bibliografica a cura della Biblioteca Civica
Sono esposte 114 edizioni, 45 delle quali provenienti dalle collezioni della Biblioteca Civica e le rimanenti dalle raccolte storiche della Fondazione Alberto Colonnetti di Torino, specializzata nella ricerca e nella conservazione dei testi inerenti la letteratura per l’infanzia.

Opere in mostra

dalla collezione d’arte contemporanea dell’Istituto Garuzzo per le Arti visive di Torino
Opere in mostra
La storia del marchesato di Saluzzo in...monete
A cura di Pierino Battisti e Gianni Neberti, Circolo Filatelico-Numismatico G.B. Bodoni di Saluzzo.
In mostra alcuni fra i principali libri che trattano le vicende della Zecca di Carmagnola, deputata a creare le monete della gloriosa Marca saluzzese. Fra questi: la ristampa anastatica del volume di Orazio Roggiero sulla monetazione marchionale ed il libro Arte nel marchesato di Saluzzo, in cui è contenuto un saggio numismatico, redatto da Serena Fava.

Esposizione e bookshop di libri sulle tematiche affrontate da FestivalStoria, a cura dei Librai saluzzesi, con orario 9.30-13.00; 14.30-23.00:
Brunolibri, Piazza Risorgimento 42
Le Corti, via della Resistenza 4
Mondadori, Via Torino 22
San Carlo, Via Spielberg 95/a
Stella Maris, Piazzetta Santa Maria 9

16.00; 17.00; 18.00    
Storie in Castiglia. Il castello si svela attraverso le vicende e i personaggi accolti nei secoli fra le sue mura*
Visite guidate di gruppo (massimo 25 persone) con partenza dalla reception
Le visite sono curate da Alessandra Aimar, Valeria Primo, CODESS Cultura
* Costo € 2.00 a persona. Iscrizioni presso la reception

Laboratori didattici rivolti alle scuole primarie – Venerdì 23 e sabato 24 ottobre- mattina

C’era una volta… un pezzo di legno
A cura della Biblioteca Civica di Saluzzo
Letture animate di brani di Pinocchio di Collodi

Libri fatti ad arte
A cura della Sezione didattica del Museo Civico Casa Cavassa
Laboratorio di creatività secondo il metodo di Bruno Munari

Prima del libro: papiri, scorze, alfabeti, parole

A cura di Cetta Berardo e Livio Berardo
Laboratorio ludico

Laboratori didattici rivolti alle scuole secondarie di I grado – Venerdì 23 e sabato 24 ottobre - mattina

Storie in Castiglia. Il castello si svela attraverso le vicende e i personaggi accolti nei secoli fra le sue mura
Visite guidate  curate da Alessandra Aimar, Valeria Primo, CODESS Cultura

Prima del libro: papiri, scorze, alfabeti, parole
A cura di Cetta Berardo e Livio Berardo
Laboratorio ludico

Laboratori didattici rivolti alle scuole secondarie di II grado – Venerdì 23 ottobre – mattina
   
I roghi della Biblioteca di Alessandria attraverso le fonti antiche
A cura di Livio Berardo
Laboratorio di traduzione e ricerca per gli alunni del liceo

L’uso del giornale nello studio della Storia contemporanea

A cura di Paolo Giaccone - Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Provincia di Cuneo
Laboratorio di ricerca

Guida alla formazione di una bibliografia sulla Resistenza in provincia

A cura di Michele CalandriIstituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Provincia di Cuneo
Laboratorio di ricerca

La restaurazione del cristianesimo e il potere eversivo del libro. Serveto e Biandrata

A cura dell’Associazione Giorgio Biandrata

L’uso del computer nello studio della Storia contemporanea
A cura di Marco Rizzi - Istituto Storico della Resistenza e della Società contemporanea in Provincia di Cuneo
Laboratorio di ricerca tenuto presso le scuole richiedenti

SALUZZO - VENERDÌ 23 ottobre


La Castiglia – piazza Castello

ore 9.00   

Inaugurazione dell’esposizione di libri a cura dei Librai saluzzesi e della mostra
Le mie prigioni, Pinocchio e Cuore: tre libri per “fare gli italiani” a cura della Biblioteca Civica

ore 15.00       

Inseguendo Pinocchio: i tanti percorsi di lettura
A cura di Cetta Berardo
Incontro per insegnanti

ore 17.30   


La Castiglia, Spazio Bookshop
Libriamoci
Il Gruppo di lettura della Biblioteca Civica  presenta le proprie attività

ore 18.00   

L’eleganza del libro
Reading musicale a cura dell’Associazione Ratatoj e del Teatro Prosa Saluzzo

ore 21.00   

Storie in Castiglia. Il castello si svela attraverso le vicende e i personaggi accolti nei secoli fra le sue mura*
Visita di gruppo (massimo 25 persone) commentata al castello e alle esposizioni di libri contemporanei e storici, con partenza dalla reception
Le visite sono curate da Alessandra Aimar, Valeria Primo, CODESS Cultura
* Costo € 2.00 a persona. Iscrizioni presso la reception

SALUZZO - SABATO 24 ottobre


La Castiglia – piazza Castello

ore 9.00-11.00   

Processo al libro: A chi appartiene la tua vita? Una riflessione filosofica su etica, testamento biologico, eutanasia e diritti civili nell'epoca oscurantista di Ratzinger e Berlusconi di Paolo Flores d’Arcais (Ponte alle Grazie, 2009)
Realizzato dagli allievi delle classi III LA, III LB, III LC dell’Istituto Giacomo Soleri, Liceo linguistico e sociopedagogico di Saluzzo
Presiede il Tribunale Valerio Dell’Anna. Partecipa l’Autore nelle vesti di “imputato”
Un libro che affronta tematiche scottanti (etica, testamento biologico, eutanasia e diritti civili) viene “processato” da giovani studenti.

ore 11.30-12.30   


Libri al rogo: il Terzo Reich
Conversazione tra Susanna Böhme-Kuby e Giulio Schiavoni

Il 10 maggio del 1933, Berlino fu teatro di uno degli episodi più terribili della storia del Nazionalsocialismo. Pur non essendo il primo né tantomeno l’ultimo esempio di “biblioclastia”, il rogo dei libri nella capitale tedesca resta uno dei simboli più significativi dell’odio cieco contro la libertà di pensiero e i suoi strumenti: i libri, innanzitutto. Ne discutono due studiosi.

ore 16.00-17.00    


“La carta non brucia. Ne siamo sicuri? Vicende di codici e monaci nel Medioevo
Lezione di Glauco Cantarella
Fin dal Medioevo, i processi di costruzione ad hoc della Storia hanno coinciso con la distruzione di documenti che potessero testimoniare altrimenti: uno studioso ci accompagnerà a ritroso nel tempo ricostruendo alcuni casi significativi (Gregorio da Catino, Bonaventura da Bagnoregio…).

ore 17.30-19.00   


Il re è nudo. I pamphlets contro l’Ancien Régime
Conversazione tra Vincenzo Ferrone e Antonio Rossomando
 “Una risata vi seppellirà”: il motto pare addirsi perfettamente alla crisi dell’Ancien Régime, corroso anche da scritti anonimi contro il re Luigi XV, deriso e ridicolizzato nei comportamenti più intimi e personali. Questi libelli, i cui autori erano spesso “scribacchini” disoccupati, testimoniano il potere della letteratura, anche quando irriverente e non d’autore. Ne discutono due specialisti. 

ore 21.00       


La rivoluzione del “libretto rosso”. Censura e indottrinamento in Cina
Proiezione del film Vivere!, regia di Zhang Yimou, 1994
Introduce Guido Samarani
Il libretto rosso, contenente i “detti memorabili del presidente Mao”, fu qualcosa a metà tra il testo sacro e il codice di una ferrea legge politica: interpretato spesso fuori dalla Cina come un testo “rivoluzionario”, esso tese a creare in realtà in quello sterminato Paese un “pensiero unico”. Ci introduce a questa tematica e alla vicenda contemporanea della Cina popolare (di cui si celebra quest’anno il sessantesimo anniversario) il film Vivere!, presentato da uno studioso di storia cinese. 

SAVIGLIANO - SABATO 24 ottobre


Ex convento di Santa Monica Università di Torino
– via Garibaldi 6

ore 9.00-11.00   

Processo al libro: A colpi di cuore. Storie del Sessantotto di Anna Bravo (Laterza, 2008)
Realizzato dagli allievi di alcune classi degli Istituti Superiori di Savigliano
Presiede il Tribunale Marco Scavino. Partecipa l’Autrice nelle vesti di “imputata”
Gli alunni degli Istituti Superiori di Savigliano processeranno una rivisitazione storica e testimoniale sull’anno più celebre del dopoguerra. “Assoluzione” o “condanna”?

ore 15.00-16.00   


Il Mein Kampf: la dichiarazione di guerra di Hitler al mondo
Lezione di Johann Chapoutot
Letture a cura dell’Associazione Voci Erranti
Come nacque il Mein Kampf, uno dei testi più inquietanti del Novecento? Quale peso esso ha avuto nell’ascesa al potere del Nazionalsocialismo? Quale il significato il questo libro, tanto citato quanto poco letto, allora e oggi? Risponde a questi e altri quesiti uno studioso di storia del nazismo.

ore 16.30-17.30   


L’inizio di una nuova storia: Il Manifesto di Marx ed Engels
Lezione di Gian Mario Bravo
Letture a cura dell’Associazione Voci Erranti
Il Manifesto del Partito Comunista – pubblicato a Londra nel 1848 – ha rappresentato un momento epocale nella storia. Le conseguenze della sua pubblicazione, scarse nell’immediato, furono enormi nei decenni successivi. Uno dei massimi specialisti di quest’affascinante tematica ci racconta la genesi e la fortuna di questo piccolo grande libro.

ore 18.00-19.30   


La Spagna di Franco: la limpieza della cultura e la resistenza dei romanceros
Marco Cipolloni, Pelai Pagés i Blanch; conduce Luis de Llera
Letture a cura dell’Associazione Voci Erranti
Il “generalissimo” Francisco Franco, giunto al potere dopo la sanguinosa guerra civile (1936-39), edificò uno dei regimi più repressivi nei confronti delle idee, oltre che degli individui. Tra i suoi obiettivi principali vi fu quello di “fare pulizia”: la limpieza della cultura. Una forma di resistenza fu quella espressa nei poemi pubblicati in raccolte (prima in Spagna poi all’estero) chiamati Romanceros. Ne discutono tre specialisti.

ore 21.30       


Fahrenheit 451 di François Truffaut, 1966
Introduce Alberto Barbera
Inno all’amore per la cultura e per i libri, il film Fahrenheit 451 di François Truffaut del 1966 (tratto dal romanzo di Ray Bradbury, pubblicato nel 1953) ha segnato l’immaginario collettivo descrivendo un mondo dis-topico, in cui la lettura è un reato. Un appuntamento inevitabile per questa Edizione di FestivalStoria, dedicata al rapporto tra libri e potere. Ne introduce la visione Alberto Barbera, direttore del Museo Nazionale del Cinema.

SALUZZO - DOMENICA 25 ottobre

La Castiglia – piazza Castello

ore 11.00-12.00   

Le religioni del Libro
Lezione di Giovanni Filoramo
A differenza di altre religioni, Ebraismo, Cristianesimo e Islam si caratterizzano per essere fondati su “libri sacri”. Uno dei massimi storici delle religioni a livello mondiale ci introduce a un’analisi comparata.

Ristorante Interno 2
- via Martiri della Liberazione 2

ore 12.30       

A tavola con i futuristi*
Sergio Anelli e Cetta Berardo
Letture di Chiara Spezzano
Danze di Daniele Salvitto
Attimi di parole, suoni, movimenti, profumi, sapori.

* Evento a pagamento con obbligo di prenotazione (Tel. 0175 248907).
Costo € 32.00 a persona tutto compreso

La Castiglia – piazza Castello

ore 15.00-16.00   

Il Secondo sesso. Carta stampata ed emancipazione femminile
Franca Bruera commenta un’intervista a Simone de Beauvoir
“Donne non si nasce, si diventa”, scriveva Simone de Beauvoir nel 1949… “Scriveva”, poiché l’intellettuale francese amava definirsi “scrittrice”: soltanto molti anni dopo, concesse la prima intervista televisiva. Una studiosa di letteratura francese commenta per noi la “prima volta sugli schermi” di Simone, “madre” della letteratura femminista moderna.

ore 21.00   


Giorgio Biandrata: la volpe e il leone
di Ugo Rizzato
Teatro del Marchesato in collaborazione con Associazione Giorgio Biandrata di Saluzzo e del Gruppo sbandieratori Borgo San Martino di Saluzzo
La sua morte è ancora oggi uno dei più suggestivi gialli d’Europa. Un saluzzese del Cinquecento, un medico illustre che aderì alla Riforma. Politico e mediatore tra i grandi d’Europa. Un eccellente medico di corte, amato in Europa orientale. Un uomo braccato e odiato in Europa occidentale. Un uomo che mise in discussione i dogmi  della chiesa di Roma. Chi lo ha ucciso?

SAVIGLIANO - DOMENICA 25 ottobre

Ex convento di Santa Monica Università di Torino – via Garibaldi 6

ore 10.00-11.00   

“All’Indice!” La lotta della Chiesa al libro
Lezione di Gigliola Fragnito
L’Indice dei libri proibiti è una delle tante espressioni del progetto di controllo sul “popolo fanciullo” messo in atto dalla Chiesa cattolica: meno note sono le censure e le restrizioni applicate al resto dell’editoria, a cominciare dalle edizioni della Bibbia. Ci introduce al tema una specialista.

ore 16.30-18.00   


Fra due regimi: Antonio Gramsci e le censure
Conversazione tra Chiara DanieleAngelo d’Orsi
Nella lunga e penosa detenzione, Antonio Gramsci (arrestato l'8 novembre 1926 e liberato alla vigilia della morte, avvenuta il 27 aprile 1937), patì una doppia censura: quella del fascismo, che limitava pesantemente le comunicazioni e le letture del prigioniero, e quella staliniana, che interveniva nella sua corrispondenza con la moglie Giulia. Due “gramsciologi” ricostruiscono una dolorosa vicenda umana e politica. 

ore 18.15-19.45   


Eros e censura. Dai Libertini al Divin Marchese
Pietro Adamo ed Elena Randi
Letture a cura dell’Associazione Voci Erranti
Il Libertinismo, grande movimento culturale, quasi un trait d’union tra l’Umanesimo e l’Illuminismo, ha prodotto scritti che hanno segnato un passo importante verso la liberazione individuale, anche nella sfera erotica, incappando perciò nei rigori della censura; questa fu, più tardi, particolarmente severa nei confronti dell’opera del Marchese de Sade. Ne discutono due studiosi.

Gli eventi in programma per la V Edizione di FestivalStoria sono inseriti nel Piano delle attività di formazione e aggiornamento di CIDI e FNISM di Torino. Gli insegnanti di tutto il territorio nazionale possono fruire delle agevolazioni previste dall’art. 62 del C.C.N.L. vigente.


BOOKSHOP
Torino Libreria Diorama, via Rombò 50, 10098 Rivoli (TO)
Il bookshop è allestito presso le sedi degli eventi di FestivalStoria
Saluzzo Librai saluzzesi (Brunolibri, Le Corti, Mondadori, San Carlo, Stella Maris)
Il bookshop è allestito presso La Castiglia da venerdì 23 ottobre a domenica 25 ottobre
Savigliano Libreria Universitaria Trenta e Lode, via Beggiami 30
Il bookshop è allestito presso l’Ex Convento di Santa Monica Università di Torino da sabato 24 ottobre a domenica 25 ottobre


Le iniziative di FestivalStoria sono gratuite se non diversamente segnalato

Ogni variazione sarà comunicata sul sito www.festivalstoria.org
Prenotazioni e informazioni
+39 011 530066 (Int 222) - 3480827192 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.





Organizzazione e Comunicazione
STILEMA Via Cavour 19 – 10123 Torino – tel +39 011 530066 – fax +39 011 534409
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Ufficio Stampa
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.