Apri/Chiudi Pannello Pannello

Il vostro contributo al Festival

ifsa porno porno indir turk sex mature porno konulu porno
Programma Torino

Programma Torino

GIOVEDI’ 16 ottobre

ore 9,30-10,30
Palazzo dal Pozzo della Cisterna – Via Maria Vittoria, 12
Cerimonia d’inaugurazione. 
Angelo d’Orsi (ideatore e direttore di FestivalStoria) Presentazione della IV Edizione del FestivalStoria 
ore 10,45-11,15
Franco Cordero (presidente onorario dell’Associazione FestivalStoria),Prolusione
La guerra nel «Corriere» ai tempi di Albertini

ore 11,30-13,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
Dalla guerra alla pace: la difficile transizione
Lectio Magistralis di Luigi Bonanate
Presenta Giorgio Carnevali 

Come cambiano le forme di gestione della violenza militare? Analizzando guerre "nuove" e "vecchie" ci si chiederà quanto si sia fatto e si possa fare per favorire l'alternativa delle soluzioni democratiche in luogo di quelle violente.

ore 15,00 e ore 18,00
Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà - C.so Valdocco 4/A
Visite guidate alla mostra Cecenia. Una guerra e una pacificazione violenta per i partecipanti all’incontro
ore 15,30-18,00
Cecenia: la guerra dopo la guerra
Con Frédérique Longuet Marx, Mairbek Vachagaev
Presentano Marco Buttino e Alessandra Rognoni
Introduce Angelo d’Orsi
In collaborazione con il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, in occasione della mostra Cecenia. Una guerra e una pacificazione violenta aperta dall’8 ottobre 2008 al 22 febbraio 2009 

Dopo quasi quindici anni di conflitti nel Nord Caucaso, oggi non vi è ancora pace. La pacificazione violenta della Cecenia che rischia di provocare il diffondersi del conflitto nelle altre vicine regioni sarà affrontata nell'incontro che vede tra i partecipanti anche l'ex portavoce del presidente ceceno.


Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà 
ore 18,30-19,30
I postumi degli interventi: le conseguenze sulla salute e sull’ambiente delle “guerre chirurgiche”
Conferenza di Massimo Zucchetti, con proiezione di materiali documentari 

Le “nuove guerre” hanno messo in campo armi “intelligenti” in grado di produrre effetti decisamente devastanti su persone e territori. Un esperto ne racconta gli effetti a lungo termine.

ore 21,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
War is over… La guerra in Iraq dopo il discorso della portaerei di George W. Bush, 1° maggio 2003
Con Sergio Cararo, Giorgio Carnevali, Michelangelo Conoscenti, Alessandro Lattanzio 
Conduce Maurizio Vaudagna
Proiezione di materiali documentari e cinematografici

Il 1 maggio 2003 George W. Bush dalla portaerei Lincoln tenne un discorso che non verrà dimenticato presto: annunciò al mondo intero che la missione era compiuta. Potrà sembrare assurdo, ma Bush parlava della guerra in Iraq. Che, cifre alla mano, ebbe inizio proprio quando fu dichiarata finita.

a seguire 
Proiezione del film Redacted, di Brian De Palma, 2007 

Un film di Brian De Palma sulle truppe USA in Iraq, ispirato a un terribile fatto di cronaca passato sotto silenzio.

 

 

VENERDI’ 17 ottobre

ore 9,00-11,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna
Africa addio? Gli impossibili dopoguerra nel “Continente Nero 
Con Remy Bazenguissa-Ganga, Patrice Yengo, Fabio Viti
Conduce Gian Paolo Calchi Novati
Lezione per le scuole superiori

L’evento farà riflettere sui conflitti di questo amato e sfortunato continente da sempre teatro di guerre spesso prive di un grande risalto internazionale, ma portatrici di enormi lutti e sofferenze.

ore 11,30-13,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
La guerra del futuro, un ritorno al passato. Privato e pubblico nelle politiche di Stato
Conferenza di Walter Barberis
(Segue dibattito con il pubblico)

Può sembrare paradossale, ma il venir meno di una ragione pubblica sul piano delle politiche internazionali delinea un futuro di guerra del tutto simile a un passato vecchio di cinque secoli. La storia ci propone così due lezioni: una sul passato e una sul nostro presente. Non senza avvertimenti sul nostro futuro.

ore 15,30-17,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
Finché c’è guerra… Emergenze umanitarie e “operatori di pace”
Con Marco Deriu, Patrice Yengo 
Conduce Luca Rastello

L’umanitarismo “interventista” attraversa un periodo non facile, e si avverte l’esigenza di chiarire urgentemente che cosa intendiamo per "azione umanitaria", chi siano gli “operatori di pace”, la cui fisionomia e il cui ruolo appaiono ambigui, davanti alla crescente commistione con le sfere politiche e militari, e all’entrata in gioco di potenti interessi economici.


ore 17,30-19,00
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
Finte paci e vere guerre in Afghanistan dagli anni Settanta a oggi 
Con Elisa Giunchi, Ettore Mo, Enrico Vigna

L'occupazione sovietica, le guerre civili, l'ascesa e caduta dei Talebani e gli interessi ed interventi dei governi occidentali, a cominciare dagli Stati Uniti, hanno condannato l'Afghanistan, mosaico di culture e gruppi etnici e vittima della sua posizione geografica, assolutamente strategica, ad una profondissima crisi economica e sociale. "La pace non si addice all’Afghanistan", insomma, come afferma Ettore Mo...? 
Tocca agli addetti all’informazione (e “controinformazione”) svelare i retroscena di una delle tante “guerre infinite” che  hanno sconvolto gli equilibri strategici del mondo e rischiano ogni giorno di innescare altre pericolose micce.

ore 21,30
Palazzo dal Pozzo della Cisterna 
Racconti di guerra e di pace
Conversazione tra Mimmo Càndito e Ettore Mo

Due grandi professionisti del giornalismo di guerra, che hanno vissuto "dentro" i conflitti più di tanti soldati, racconteranno attraverso i loro commenti e loro esperienze, l'evoluzione della figura dell'inviato di guerra negli ultimi anni, tra assunzione di rischi e di responsabilità, stretti fra le maglie della censura, internet e la comunicazione di massa.

a seguire 
Guerre (in corso) e paci (im)possibili
“Tenzone poetica” tra Giorgio Luzzi e Giulio Stocchi 
(Tisana e biscotti) 

Due poeti civili, attenti ai problemi e alle sofferenze del mondo, si confrontano leggendo e interpretando i loro versi più recenti sul tema guerre e paci. La "Tenzone" – scambio di poesie nato fra i Trovatori provenzali – viene qui riproposta senza l’elemento di gara e di polemica che ha nel suo dato costitutivo. Luzzi e Stocchi sono uniti dall’esecrazione della guerra. 

 

Gli eventi in programma per la IV Edizione di FestivalStoria sono inseriti nel Piano delle attività di formazione e aggiornamento di CIDI e FNISM di Torino. Gli insegnanti di tutto il territorio nazionale possono fruire delle agevolazioni previste dall’art. 62 del C.C.N.L. vigente.
Le iniziative di FestivalStoria sono gratuite se non diversamente segnalato.
Ogni variazione sarà comunicata sul sito www.festivalstoria.org.