Apri/Chiudi Pannello Pannello

Il vostro contributo al Festival

ifsa porno porno indir turk sex mature porno konulu porno
Programma Saluzzo

Programma Saluzzo

VENERDI’ 17 ottobre

ore 10,30-12,00
Presso le scuole di Saluzzo 
Lezioni per le scuole

Alcuni dei relatori che partecipano alla IV Edizione di FestivalStoria incontreranno gli allievi delle scuole di Saluzzo. Questa modalità, sperimentata già nella scorsa Edizione del Festival, ha l’obiettivo di facilitare il dialogo con gli esperti e la comprensione dell’argomento da parte dei ragazzi. Gli appuntamenti sono organizzati con la collaborazione degli insegnanti.

 

SABATO 18 ottobre

ore 9,00-11,00
Antico Palazzo Comunale – Via Salita al Castello
Alpini. Tra le montagne e le città: leggenda e realtà delle Penne Nere 
Giorgio Rochat conversa con Marco Mondini e Pierluigi Scolè
Proiezione di brani tratti da Passano i soldati di Luca Gasparini, 2006
In collaborazione con Comitato Italia 150 e Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte 

Nati come corpo di guerra per la difesa delle zone montane del Paese nel 1872, gli Alpini raggiunsero il loro massimo sviluppo durante il Primo conflitto mondiale: tra quella guerra, e la successiva, essi svolsero un ruolo importante sul piano militare, anche quando, come nell’infelice campagna di Russia, furono vittime della follia mussoliniana. Intorno agli Alpini si è andata costruendo una copiosa letteratura, che ha profondamente influenzato l’opinione corrente, che guarda alle “Penne nere”, legate da un fortissimo spirito di corpo, come a una sorta di comunità di pace o come a un vasto club di vecchi amici che amano i raduni con immancabili canti e fiumi di vino. Tre studiosi fanno il punto sulla leggenda e sulla realtà.

ore 11,30-13,00
Antico Palazzo Comunale 
Tutti a casa? Dopo l’8 Settembre: l’esempio della montagna cuneese 
Con Livio Berardo, Mario Giovana
Conduce Santo Peli

in collaborazione con Comitato Italia 150 e Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte 
Il titolo prende spunto dall'omonimo film di Comencini e intende analizzare non solo l’inizio dell’occupazione tedesca che insanguinò città e montagne, ma soprattutto il duplice sbandamento, militare e civile, delle vallate cuneesi: quello della IV Armata e quello di chi prese la strada verso i monti.


ore 15,30-17,00
Antico Palazzo Comunale 
La mafia, gli americani e la tentata “guerra di secessione” nella Sicilia del Secondo dopoguerra
Con Salvatore Lupo, Saro Mangiameli
Conduce Rocco Sciarrone

Nella Sicilia dell’immediato periodo successivo alla fine del Secondo conflitto mondiale si manifestò un torbido intreccio di vicende – ancora oggi in parte da chiarire –, che videro coinvolti mafia italiana e statunitense, banditi, forze dell’ordine italiane, evidentemente ancora poco aduse alla nuova situazione postfascista. Il terrorismo, essenzialmente anticomunista, fu funzionale anche a un disegno secessionista che passò per la mente di alcuni strateghi di qua e di là dell’Atlantico ed ebbe come esecutori alcuni “eroi” locali, primo fra tutti Salvatore Giuliano.

ore 17,30-18,30
Antico Palazzo Comunale 
Guerre (in corso) e paci (im)possibili
“Tenzone poetica” tra Giorgio Luzzi e Giulio Stocchi

Due poeti civili, attenti ai problemi e alle sofferenze del mondo, si confrontano leggendo e interpretando i loro versi più recenti sul tema guerre e paci. La "Tenzone" – scambio di poesie nato fra i Trovatori provenzali – viene qui riproposta senza l’elemento di gara e di polemica che ha nel suo dato costitutivo. Luzzi e Stocchi sono uniti dall’esecrazione della guerra. 

ore 21,30 
Teatro Don Bosco – Via Donaudi, 36
Canzoni contro la guerra
Yo Yo Mundi in concerto, con la partecipazione di Fabrizio Pagella

La musica degli Yo Yo Mundi viaggia in bilico tra la canzone d’autore e le atmosfere legate alla musica popolare ed acustica fatta di fisarmoniche, chitarre e violini trascinando l’ascoltatore con sonorità ora travolgenti ora malinconiche

Biglietto di ingresso € 5,00

Il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto all’Istituto Professionale Silvio Pellico di Saluzzo

 

DOMENICA 19 ottobre

ore 10,00-11,30
Antico Palazzo Comunale
Faith and land. Dalla guerra civile alla nascita dello Stato irlandese 
Con Manuela Ceretta, John Gibney, Giulio Giorello
Conduce Silvia Calamati
Proiezione di An Fhìrinne. The Struggle for the Truth About Collusion, prodotto dall’Associazione di Belfast An Fhìrinne, 2004 (versione italiana a cura di Silvia Calamati)

Un conflitto che è ben più di una guerra di religione o una guerra civile: ci si interrogherà sulla sua gestione da parte di Londra, sull'assassinio di tanti cittadini innocenti e sull'indifferenza dell'opinione pubblica internazionale davanti ad una violenza che non si è arrestata dopo la fine della lotta armata dell'IRA.

ore 12,00-13,00
Caffè Principe, via Silvio Pellico 24
Aperitivo con la Storia 
Presentazione del libro di Salvatore Bono, Un altro Mediterraneo. Una storia comune tra scontri e integrazioni, Salerno Editrice, 2008 con Alessandro Barbero. Sarà presente l’autore

Salvatore Bono ci conduce in una parte di mondo – un mare, che è assai più di un mare - dove si sono intrecciati e si intrecciano i destini dei paesi dell’intera Europa e del mondo arabo ponendo l'interrogativo sulla definizione di Mediterraneo.

Ingresso con consumazione € 3,50


ore 15,30-17,00
Antico Palazzo Comunale
Kosovo e oltre. Dopo la fine della guerra dei Balcani
Con Dunja Badnjevic, Nicole Janigro
Conduce Tommaso Di Francesco
Prima dell’incontro alcuni allievi delle scuole elementare e media di Saluzzo leggeranno brani tratti dal volume a cura di Enrico Vigna, Dalla guerra all’assedio. Lettere di bambini serbi del Kosovo Metohija, La Città del Sole, 2004

L’analisi presentata parte dalla situazione odierna per esplorare in modo dettagliato le radici del conflitto che sono anche “culturali”, dettate dalle rispettive percezioni e valutazioni che serbi e albanesi danno alla Storia per rivendicare il diritto a considerare il Kosovo la propria terra. La dichiarata fine di quella guerra “umanitaria”, o addirittura “etica”, per qualcuno, non ha affatto significato la cessazione delle ostilità, delle persecuzioni, ma piuttosto ha rovesciato i ruoli tra vittime e carnefici, nel silenzio imbarazzato della “comunità internazionale”.

ore 17,15-18,00
Antico Palazzo Comunale
Quanto durò la Guerra dei Trent’anni? 
Conferenza di Johannes Burkhardt
Introduce Angela De Benedictis

La Guerra dei Trent'Anni fu sicuramente il maggiore conflitto europeo dell'età moderna che ebbe ripercussioni di carattere politico e sociale fondamentali per il nuovo assetto del continente. Il quesito a cui si tenterà di dare risposta è dunque se con la pace di Westfalia si è tentato di eliminare o piuttosto istituzionalizzare una violenza che le nuove guerre di religione ci ripresentano in forma postmoderna.

ore 18,15-19,00
Antico Palazzo Comunale
Conferimento del Premio FestivalStoria III Edizione 
a seguire
I figli cadevano dal calendario
Poesie di guerra e di pace. Letture con accompagnamento musicale
Christian Castellano, Francesca Iacovelli
Musiche di Francesco Mari, Marco Pompei

 

Gli eventi in programma per la IV Edizione di FestivalStoria sono inseriti nel Piano delle attività di formazione e aggiornamento di CIDI e FNISM di Torino. Gli insegnanti di tutto il territorio nazionale possono fruire delle agevolazioni previste dall’art. 62 del C.C.N.L. vigente.
Le iniziative di FestivalStoria sono gratuite se non diversamente segnalato.
Ogni variazione sarà comunicata sul sito www.festivalstoria.org.